n w    w w w w

baner
PERCORSO:   IL REFERENDUM
large small default
Il referendum PDF  | Stampa |  E-mail

Il 12 e 13 Giugno si vota per i due referendum per l'Acqua Pubblica.

VOTA SÌ AI REFERENDUM perchè l'acqua è di tutti.

 

I QUESITI REFERENDARI

 

PRIMO QUESITO
“Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. Abrogazione”
Fermare la privatizzazione dell’acqua
Si propone l’abrogazione dell’art. 23 bis della Legge n. 133/2008, cosi come modificato dall’art.15 del decreto 135/2009 (Decreto Ronchi) relativo alla privatizzazione dei servizi pubblici locali, compreso quello idrico.
Abrogare questa norma significa contrastare l’accelerazione sulle privatizzazioni imposta dal Governo e impedire la definitiva consegna al mercato dei servizi idrici in questo Paese.

 

SECONDO QUESITO
“Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma”
Fuori i profitti dall’acqua
Si propone l’abrogazione dell’art. 154 del Decreto Legislativo n. 152/2006 (Codice dell’Ambiente), limitatamente a quella parte del comma 1 che dispone che la tariffa per il servizio idrico sia determinata tenendo conto dell’“adeguatezza della remunerazione del capitale investito”.
Abrogando questa parte dell’articolo sulla norma tariffaria:
- si impedisce di fare profitti sull’acqua
- si determina una immediata riduzione della tariffa pagata da ogni cittadino

 

I seggi rimarranno aperti dalle 08:00 alle 22:00  il giorno 12 e dalle 07:00 alle 15:00 il giorno 13.
Mentre chi vota all'estero dovrà far pervenire al proprio consolato il plico con il suo voto entro Giovedì 9 Giugno alle 16:00.

 

Per approfondire scarica:
- il pieghevole della Campagna
- il volantino del Comitato Referendario Provinciale Cremonese “2 Sì per l’Acqua Bene Comune”
- il kit dell'attivista
- la relazione di presentazione dei questi referendari

 

Per informazioni:
www.referendumacqua.it

www.acquabenecomune.org

Share